PROGETTO GUIDA SICURA, PARTONO LE LEZIONI IN CLASSE

PORTOFERRAIO.  Scuole dell'isola pronte ad aprire le aule per accogliere gli
esperti del progetto “Guida sicura”, che terranno lezioni di educazione
stradale, ora che i corsi del cosiddetto patentino negli istituti scolastici
non vengono più attuati per disposizione ministeriale. Il volontariato quindi
supplisce ancora una volta alle carenze dello Stato, almeno in parte, ed ecco
che entra in gioco un pool di Enti che da alcuni mesi stanno progettando
insieme alle scuole questi interventi formativi, che puntano a dare informa-
zioni ai giovani utili ad evitare un uso scorretto dei mezzi di trasporto. “Il piano che si sta per attuare – evidenzia Paola Berti, dirigente scolasti-
co- nuove i passi dal circolo culturale Sandro Pertini, che ha sede presso la
nostra scuola media Pascoli, che d'intesa con l'autoscuola Del Bruno, anni fa
, avviò questo impegno rivolto ai giovani. Da quest'anno l'esperienza si è
molto rafforzata perché sono entrate in gioco altre forze; innanzitutto la
Prefettura con il dottor Giovanni Daveti, pronto a coordinare le attività,
i Carabinieri, la Polizia stradale, il Sert dell'Asl, l'Aci, tutti intenti
a raggiungere le scuole con i giusti messaggi, che tentano di evitare il più
possibile futuri incidenti stradali”. “Le scuole hanno aderito tutte in pratica - segnala il viceprefetto Daveti- e
adesso creiamo un calendario di interventi per dare queste nozioni essenziali
ai giovani, forti di documenti e filmati offerti da tutti gli Enti impegnati
in questo progetto. Materiale che aiuta a raggiungere lo scopo formativo ed
anche i media locali ci aiutano dando spazio a notizie relative a questa atti-
vità. Nelle prossime settimane daranno spazio anche a messaggi che saranno
creati dagli stessi studenti, sempre sulla tematica della educazione stradale
, nell'ambito di questo piano culturale”. E quindi prende corpo ogni tipo di intervento che si svolgerà a Marciana, a
Porto Azzurro, Campo e a Portoferraio, grazie alla disponibilità delle scuole
che hanno accettato questo tipo di programma, con tre ore di lezione a classe
o in certi casi con un unico intervento di due ore. Nell'andare nelle classi gli esperti si rivolgeranno ai futuri neopatentati,
sia nel caso di chi dovrà prendere la patente per guidare un ciclomotore,
sia per i ragazzi più grandi delle superiori che dovranno superare l'esame
per avere la patente per la guida dell'auto. Esami e relativi corsi, che da
quest'anno si svolgono solo nelle scuole guida private. Gli incontri nei
vari plessi metteranno a fuoco le nuove regole del codice avviate dal 19
gennaio scorso, che danno forti restrizioni e nuove regole più severe per
chi ottiene la prima patente, quindi sarà posto l'accento sull'importanza di
impegnarsi per avere una vita di qualità dal punto di vita salutistico,
pertanto ci saranno informazioni specifiche del Sert (servizio tossicodipen-
denze) dell'Asl, per far presente come sia da evitare l'uso di alcol e droghe
nella guida, e di non avere comportamenti scorretti come la guida con eccessi
di velocità. Nella fase finale di aprile poi le scuole produrranno lavori sul
tema e più significativi saranno premiati.




 

l'ultimo incontro di programmazione in Prefettura

CIRCOLO CULTURALE SANDRO PERTINI dell’isola d’Elba Presidente onoraria Diomira Pertini

Questo sito utilizza cookie utili a migliorare la consultazione delle nostre offerte.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento, acconsenti all’uso dei cookie.