Un documento prezioso del 1948 inviatoci dal nostro socio e amico avvocato Romano Figaia; un documento che narra l'esperienza di Pertini in Francia durante il suo espatrio clandestino negli anni Venti, per fuggire all'arresto dei fascisti. Pertini installò abusivamente una stazione trasmittente per comunicare con gli antifascisti in Italia, fu scoperto e subì un altro processo. Tra espatrio, condanne e confino Pertini visse senza la piena libertà dal 22 maggio 1925 al 1944 (vedi anche nel sito  Biografia di Sandro Pertini). Sofferenze per non aver mai voluto piegarsi al regime fascista, che sfidava sempre con la forza della straordinaria fede dei suoi ideali e con la ricerca continua della democrazia.

radio

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

CIRCOLO CULTURALE SANDRO PERTINI dell’isola d’Elba Presidente onoraria Diomira Pertini

Questo sito utilizza cookie utili a migliorare la consultazione delle nostre offerte.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento, acconsenti all’uso dei cookie.