Il prof. Tognarini, con il quale il Circolo ha collaborato per la pubblicazione sugli elbani persguitati dal fascismo (vedi nel sito la voce ATTIVITA'), rinnova la proposta di medaglia all'Elba. La nostra associazione ha parlato di ciò col professore nel passato e probabilmente raccoglieremo l'ennesimo messaggio di stimolo del docente, al fine di attivare la richiesta già sostentuta a suo tempo anche dal compianto prof. Gasparri. Per tale questione sarà di certo da coinvolegre il Comune di Portoferraio e l'Unione dei Comuni, ma anche altre forze dellla società isolana.

Intanto anche il prof CAMICI rilancia...

da tenews

LA CITTA' DI PORTOFERRAIO MERITA LA MEDAGLIA D'ORO
di Marcello CAMICI (Università di Pisa)

 Prendo spunto dalla proposta di Ivan Tognarini per allargare sulla questione di quel tormentato periodo della vita italiana relativo alla seconda guerra mondiale. Vorrei intanto ricordare che Aulo Gasparri insieme con pochi altri propose di assegnare al gonfalone del comune di Portoferraio la medaglia d’oro al valor civile per quel terribile 16 settembre 1943 in cui la città fu sottoposta a bombardamento aereo con gravi perdite di vite umane tra la popolazione civile inerme e non belligerante.

La proposta cadde nel vuoto ed io la riprendo e ripropongo con forza. Chi scrive è di quella generazione i cui padri hanno combattuto nella seconda guerra mondiale e penso perciò sia maturato il tempo di capire meglio i nostri padri. Credo cioè sia doverosa una conoscenza più ampia possibile di chi ha combattuto contro la dittatura e chi con la dittatura.

Mi spiego meglio riferendomi all’Elba. All’epoca dei fatti all’Elba c’erano truppe tedesche al comando del generale Gall e truppe alleate al comando del generale De Lattre de Tassigny. Mi piacerebbe ascoltare parlare i protagonisti,vinti e vincitori, di questa vicenda,gli uni accanto agli altri. Forse il ministero della Difesa, il ministro della Difesa La Russa, con una piccola ricerca presso gli omonimi ministeri di Francia e Germania, potrebbe mettere insieme a parlare i sopravvissuti protagonisti.

 

  lunedì 7 giugno 2010 - 01.06

 

 

MEDAGLIA ALL’ELBA PER LA RESISTENZA AI NAZIFASCISTI

da tenews

L’HA PROPOSTA TOGNARINI, PRESIDENTE DELL’ISTITUTO TOSCANO PER LA RESISTENZA: GLI ELBANI SONO MORTI PER LA LIBERTA’ IN TUTTA ITALIA"
tognarini Ivan Tognarini, presidente dell’Istituto Storico della Resistenza in Toscana e docente di storia moderna all’Università di Siena ha suggerito un riconoscimento da parte della Repubblica Italiana, per l’azione antifascista e di resistenza svolta dagli elbani sull’isola e in Italia. “ Ritengo – ha detto Tognarini nell’incontro svoltosi a Rio nel’Elba il 1 giugno sul titolo “dalla liberazione alla Costituente. - che l’Isola d’Elba abbia tutti i titoli, tutti e requisiti per aspirare ad un altissimo riconoscimento da parte della Repubblica Italiana sia per il contributo enorme e rilevantissimo, che ha dato alla lotta contro il fascismo prima, sia per la Resistenza eroica, coraggiosa e pagata ad altissimo prezzo contro l’occupazione tedesca, sia per il contributo che i suoi cittadini hanno dato in molte parti d’Italia non solo qui all’Elba combattendo nelle formazioni partigiane o addirittura cadendo in varie sui fronti di lotta dalle Fosse Ardeatine in altri luoghi dove si sono verificate stragi e massacri da parte dei nazifascisti e in tantissimi altri luoghi dove si è combattuto per la libertà e la liberazione. Quindi credo che i cittadini dell’Elba si debbano attivare perché questo titolo ce l’hanno”

 

  venerdì 4 giugno 2010 - 13.47

CIRCOLO CULTURALE SANDRO PERTINI dell’isola d’Elba Presidente onoraria Diomira Pertini

Questo sito utilizza cookie utili a migliorare la consultazione delle nostre offerte.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento, acconsenti all’uso dei cookie.