L'AMICO MASSIMO CI HA FORNITO UN PICCOLA MA SIGNIFICATIVA PUBBLICAZIONE FRUTTO DI STUDI SULLO STATO DELLA SALUTE DEGLI ELBANI, PROMOSSA DA UN GRUPPO DI VOLONTARI, DI CUI HA FATTO PARTE ANCHE IL CIRCOLO PERTINI PER UNA CERTA FASE.  DALLE EVIDENZE SCIENTIFICHE L'ELBA NON RISULTA UN CASO A PARTE NEL PANORAMA LIVORNESE, ANZI  NEL COMPLESSO SI PUO' DIRE CHE ALL'ISOLA E' MINORE L'INCIDENZA DI TUMORI E ALTRE MALATTIE , PERO' CI SONO DEI PERO' SU CERTE CASISTICHE.
IL PRIMO FEBBRAIO AL CENTRO DE LAUGIER LO STUDIO E' STATO ILLUSTRATO AL PUBBLICO ALLA PRESENZA DI AUTORITA' E DEL DIRETTORE GENERALE DELL'ASL EUGENIO PORFIDO (VEDASI PIU' SOTTO ARTICOLO)
Massimo Puccini
STUDIO SULLA SALUTE DEGLI ELBANI
 
per vedere l'analisi cliccate qui sotto


Gli elbani i più longevi della provincia

La mortalità tocca un meno 10% anche per la bassa incidenza di tumori- Porfido: «I dati che sono emersi dal convegno sono estremamente confortanti»

  • di Stefano Bramanti
  • da Il Tirreno

PORTOFERRAIO. All’Elba si vive di più del resto della Provincia. In particolar modo le donne che hanno un tasso di mortalità inferiore anche del dieci per cento rispetto agli altri centri provinciali. Bassa anche l’incidenza dei tumori in entrambi i sessi. Dati scientifici emersi dal convegno sullo stato di salute dell'isola. Un lavoro con molti dati illustrati da Benedetto Terracini, illustre epidemiologo torinese e il suo collega pisano Fabrizio Bianchi del Cnr, con proiezioni di slide. Un impegno promosso da Massimo Puccini e dell'associazione Cavaliere, coinvolgendo vari studiosi e creando un Comitato di promozione guidato da Marcello Camici. Tutti i risultati sono esposti in una pubblicazione e, come è stato fatto notare, nel sito www.circolopertinielba.org. Il dato più impressionate emerso è quello della minore mortalità delle donne elbane, nel periodo studiato dal 2000 al 2009. «Tale mortalità, rispetto alla provincia escluso Livorno- ha detto Terracini - è inferiore del 10%, per chi vive a Campo nell’Elba, Rio nell’Elba, Marciana, Marciana Marina e Rio Marina».

Gli uomini vanno sul 4% di morti in meno rispetto al confronto, e ancora note positive per il tumore della mammella, nei 10 anni studiati sono decedute 46 donne, mentre il risultato atteso era 68. Un decesso entro i 44 anni, 18 donne morte dai 45 a 64 anni e 27 decessi per tale tipo di tumore sopra i 64. «Importanti i giusti stili di vita e anche lo screening di prevenzione», ha evidenziato Bianchi. Dati molteplici e alcune note negative. Eccesso di morti per tumore del polmone nelle donne, negli uomini per cardiopatia reumatica, ma anche per tumore della laringe, «ma in generale un'attesa di vita all'Elba superiore alla media italiana» ha detto Terracini. Non sono mancate polemiche nel pubblico presente. «I dati sul profilo di salute -ha fatto notare il dottor Scelza- sono esistenti da tempo ma le istituzioni non li hanno esaminati, come invece ha fatto con merito tale Comitato e non esiste ancora una programmazione sanitaria regionale. Lo studio va applicato a opportune strategie».

Peria ha poi rivendicato maggiore qualità nella sanità e servizi di emergenza urgenza per l'isola e sul dato di eccesso di ospedalizzazione, rilevato dallo studio, ha fatto notare «che forse accade perché i servizi al territorio non sono sufficienti», come rimarcato da Semeraro dei Comitati sanità riuniti. Eugenio Porfido direttore generale dell'Asl è stato chiaro «Se ci sono i ricoveri in eccesso è segno che la domanda è in eccesso e l'ospedale risponde adeguatamente. Noi stiamo mantenendo gli impegni presi in Regione dai sindaci. Doteremo di organici maggiori l'ortopedia e garantiremo interventi in loco per certi casi. I dati che emergono dal convegno sono confortanti per quanto riguarda la popolazione elbana. Un elemento che colpisce è la presenza di effetti protettivi nei confronti della popolazione in cui si registra un tasso basso di mortalità per alcune patologie rispetto al campione del continente. E’ necessario investire su una prevenzione primaria»

CIRCOLO CULTURALE SANDRO PERTINI dell’isola d’Elba Presidente onoraria Diomira Pertini

Questo sito utilizza cookie utili a migliorare la consultazione delle nostre offerte.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento, acconsenti all’uso dei cookie.