INTERVENTI E NEWS

AUSPICHIAMO INTERVENTI CHE NON SIANO DI STERILE POLEMICA, MA CHE POSSANO FAVORIRE UN DIBATTITO CIVILE ED UTILE AL PROGRESSO DELLA COMUNITÀ ELBANA, CONSIDERANDO ANCHE CHE CI SI ESPRIME IN UN SITO CHE PORTA IL NOME DI UN GRANDE PERSONAGGIO, UN PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA, UN UOMO CHE HA DEDICATO LA VITA ALLA COSTRUZIONE DELL'ITALIA DEMOCRATICA.


PRESENTATA LA PRIMA EDIZIONE DEL "MEDITERRANEO FESTIVAL". NELLE PIAZZE ELBANE DAL 24 GIUGNO AL 5 LUGLIO. DIRETTORE LUIGI CAMPOCCIA


090312Mediterraneo jazz festival Elba”. Si chiama così uno degli eventi destinati a caratterizzare l’estate elbana: quest’estate a Marciana Marina la prima edizione, dopo che si è chiuso il sipario dell’Elba jazz festival. La novità è rappresentata dal “contest” -dal 24 a 5 luglio - riservato ai giovani talenti emergenti del panorama jazz europeo che saranno selezionati tramite un bando. Dal 6 luglio al via al festival vero e proprio. “Una formula rinnovata – dicono gli organizzatori - che permetterà la circuitazione delle formazioni partecipanti al concorso anche nelle altre piazze dell’isola”.


Il direttore artistico dell’evento e Luigi Campoccia. L’evento è finanziato da un gruppo di sponsor pubblici e privati che insieme ai consorzi degli operatori turistici e alle associazioni culturali garantiscono continuità ad una manifestazione di eccellenza. Nella piazza di Marciana Marina gli appassionati potranno scoprire in anteprima l’orizzonte musicale contemporaneo da un punto di vista specifico e connotato, il jazz. I giovani studenti dei conservatori e delle scuole di jazz europei che vinceranno la preselezione e saranno invitati a partecipare al Contest usufruiranno di un soggiorno totalmente gratuito e potranno così trattenersi per l'intera durata della manifestazione, suonando ogni sera in una location diversa dell’Elba.

“D’accordo con l’organizzazione – ha spiegato il sindaco Andrea Ciumei - abbiamo deciso di uscire dai confini di Marciana Marina e Marciana. La presentazione qui a Portoferraio rende questa manifestazione davvero di tutta l’isola d’Elba, come del resto è nelle nostre intenzioni. E’ inutile ormai pensare di rimanere dentro i propri confini, bisogna cercare di promuovere il prodotto Elba, perché è senz’altro più redditizio rispetto al solo nome di Marciana Marina”.

“Marciana Marina – ha detto il direttore dell’Apt Icilio Disperati - anche con questa manifestazione si caratterizza sempre più come Comune che si dedica sempre più agli eventi musicali. Questa è un po’ una rivisitazione del Jazz festival che si abbinerà a Musica dal Mondo quindi Marciana Marina punta ancora una volta per la stagione su eventi musicali, giustamente perché questi sono fondamentali per rilanciare l’immagine non solo del comune ma di tutta l’Isola e dell’Arcipelago, come luogo dove non si fa solo mare ma ci sono anche importati appuntamenti molto interessanti”.

“Un evento importante per due motivi – ha aggiunto il direttore artistico Campoccia - Il primo perché è un continuare qualcosa che già esisteva e che è stata importante. Quest’anno tenteremo di fare qualcosa d’importanza maggiore perché coinvolgerà tutta l’isola. Indubbiamente è un impegno importante perché sensibilizzare in un momento così particolare non sarà facile, come non sarà facile raggiungere il budget necessario per fare qualcosa che abbia un senso. Ci saranno artisti non solo italiani ma cercheremo di coinvolgere anche musicisti che arrivano dal resto d’Europa. Per quanto riguarda il festival siamo in lavorazione, ma abbiamo una sicurezza: l’apertura sarà il 6 luglio con un gruppo formidabile che viene da New York con il capogruppo che è un musicista israeliano che si chiama Omer Avital. E’ un quintetto formidabile considerato uno dei migliori gruppi in circolazione. Dunque l’apertura è già una garanzia.

“Dobbiamo ringraziare i primi tre anni dell’Elba Jazz di Paolo Boggi – ha detto Gian Lorenzo Anselmi, del consorzio L’Elbavoglio - hanno indubbiamente creato una sensibilità sul territorio verso il Jazz. Di nuovo – a parte il nome – questa manifestazione ha l’intento di andare anche a toccare coste del Mediterraneo, ma soprattutto è un progetto degli operatori turistici dell’Elba occidentale, in particolar modo ma aperto a tutti gli operatori dell’isola. E’ un’occasione per creare cultura, promozione internazionale, di coesione. Il contest ci da l’opportunità di fare 144 piccoli concerti che possono essere utilizzati dagli operatori turistici nei propri alberghi, o in giro nelle piazzette dell’Elba. Questa è la grande novità: i 18 gruppi selezionati saranno a disposizione di tutti per intrattenere e fare cultura”.

CIRCOLO CULTURALE SANDRO PERTINI dell’isola d’Elba Presidente onoraria Diomira Pertini

Questo sito utilizza cookie utili a migliorare la consultazione delle nostre offerte.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento, acconsenti all’uso dei cookie.