INTERVENTI E NEWS

AUSPICHIAMO INTERVENTI CHE NON SIANO DI STERILE POLEMICA, MA CHE POSSANO FAVORIRE UN DIBATTITO CIVILE ED UTILE AL PROGRESSO DELLA COMUNITÀ ELBANA, CONSIDERANDO ANCHE CHE CI SI ESPRIME IN UN SITO CHE PORTA IL NOME DI UN GRANDE PERSONAGGIO, UN PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA, UN UOMO CHE HA DEDICATO LA VITA ALLA COSTRUZIONE DELL'ITALIA DEMOCRATICA.


 DA IL VICINATO
5 ottobre 2009

ELBOPOLI: Lorenzo, è significativo chiedere perdono. Anzi è importante. Immagino, prima di tutto, alla famiglia Ageno


091007_2Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. - Ci vado cauto perché non so che poco su tutto quanto, quello che sa la gente comune. Bisogna infatti ricordare che noi popolo, non abbiamo in mano tutti gli elementi per capire quanto è accaduto nelle segreterie dei partiti, nei palazzi, nei tribunali. Io personalmente sono stato uno dei tanti sbigottiti da tutto ciò. Nell'urgano che si è abbattuto sull'Elba nel vari anni, solo le assoluzioni sono un fatto inconfutabile al momento; tutto il resto è nebuloso, complesso e le varie verità chissà dove stanno, nonostante articoli di giornale, dichiarazioni, libri sul tema. Ma c'è qualcosa di ancora più importante da fare Lorenzo: evitare che dopo il perdono tutto rimanga come prima. E quindi in quei palazzi, in quelle segreterie si continui a sbagliare. C'è bisogno di una politica nuova, seria, di servizio, pura. E' possibile? Una politica della pace sociale e culturale, che le forze politiche democratiche dovrebbero volere, localmente intanto. Bisogna fare altri proclami per dire basta alle divisioni a tutti i costi, quel dire nero se uno dice bianco a prescindere da quale sia la verità. Il potere per il potere lontano alla vita reale della gente, che non risolve i problemi ed anzi li acuisce.

Stefano Bramanti

CIRCOLO CULTURALE SANDRO PERTINI dell’isola d’Elba Presidente onoraria Diomira Pertini

Questo sito utilizza cookie utili a migliorare la consultazione delle nostre offerte.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento, acconsenti all’uso dei cookie.