NUOVA ESCURSIONE PROCCHIO-MONUMENTO-PROCCHIO (4 ORE) ...CHI FOSSE INTERESSATO A PARTECIPARE LIBERAMENTE E GRATUITAMENTE ALLE NOSTRE CAMMINATE NON HA CHE DA FARSI AVANTI SCRIVENDO ALLA E-MAIL Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.">Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  INSERIREMO IL/LA NUOVO/A ESCURSIONISTA NEGLI INDIRIZZI E VERRA' AVVISATO/A DI VOLTA IN VOLTA DELLE CAMMINATE CHE ATTUEREMO.

 

Una escursione particolare quella della scorsa domenica (17 luglio 2011) con partenza ore 7,30 e ritorno alle 11,30.

 

Tanto per cominciare si è affacciato sulla scena sentieristica il grande Luciano Giorni, grande in tutti i sensi, il nostro ex dirigente scolastico marcianese, impegnato poi nel comitato di volontari che ha prodotto la proposta di legge per le isole minori (ne faceva parte anche il circolo pertini)nel tentativo di dare stabilità e continuità di insegnamento nel mondo della scuola elbana.

Era tempo che cercava di attuare una sgambata con noi e finalmente è arrivato all'appuntamento bardato di maxi bastone, berrettino, zainetto e bermude ...

catatsta

Primo impatto non affascinante sulla strada che porta all'inizio della strada militare .....un accumulo esagerato di legname probabilmente provvisoriamente appoggiato...

 

Siamo andati alla strada militare della tratta Procchio- Colle Reciso per poi deviare verso Lacona, una tratta che è stata percorsa già altre volte e dove mesi addietro documentammo i nefasti effetti di una grande nevicata.

 

 

Alla partenza si è registrato subito un fatto negativo che ha scosso le coscienze...animata discussione sulla raccolta differenziata casalinga...senza dubbio da promuovere, poi, per restare in tema di scarsa attenzione all'ecologia, ecco arrivare due escursionisti (irregolari crediamo) con i loro mezzi meccanici rombanti (moto super elaborate) che scorrazzavano per il sentiero che fa parte del parco

 

Fatto un chilometro o due di strada militare, oltre a rivedere ancora la discarica di Literno incomprensibilmente inutilizzata da anni ed ancora ricca di spazio utile,

 

ecco un fatto che ha scosso di nuovo le coscienze...un semi dramma; altri meccanizzati si sono fatti avanti sul percorso, questa volta ecologici, vale a dire ciclisti in mountain bike, che per poco non investivano il povero Stefano intento a chiacchierate intense con Carla.

 

Il ragazzino che è passato oltre, schivando di un niente il camminatore, si è anche permesso di dire in modo sprezzante “Ma fate attenzione!!”....Carla è stata come morsa da una tarantola ed ha risposto per le rime al giovincello apparso prepotentello, “Ma sarai tu che devi stare attento a non investirci, maleducato!!” gli ha gridato dietro...poi è passato il senior su bike che scortava i due ragazzi, col quale abbiamo commentato il fatto ed ha convenuto che senza dubbio il giovane ha reagito male.... forse spaventato dall'episodio.. ha detto una stupidaggine...speriamo sia così...potrebbe essere invece che sentendosi già un campione non poteva ammettere che dei vecchietti gli fossero di ostacolo alla sua imperiosa marcia...verso una futura gloria, o ancora avendo i piedi "legati" al pedale, non poteva fermarsi altrimenti cadeva. Chissà, un po' di tutte le cose insieme.

ciclista

uno dei ciclisti

Passato l'episodio e verificato che Luciano - neo eletto trekkers dell'ultima ora - riusciva a stare ancora in piedi, siamo arrivati al bivio con il sentiero 44 che riporta, scendendo, alla zona di Procchio. Erano le 9,30, abbiamo costatato di nuovo l'esistenza di una mini discarica (un giorno bisogna decidersi a intervenire e ripulire) che si è formata sotto un antico muro e poi Nello, Carla e Stefano hanno proseguito, come da programma, verso la zona del Monumento, mentre Luciano ha trovato saggio fermarsi a riprender fiato, visto che per lui si è trattato della prima uscita stagionale.....dopo un certo periodo di inattività.

rifiuti

i rifiuti visti dall'alto

Siamo andati verso la parte centrale dell'isola per poi scollinare e lasciarsi a destra la parte dei Marmi e del Capanne per trovare dopo circa 15-20  minuti il nuovo e bel panorama del sud dell'isola;

 

 

è questa una caratteristica che dà emozioni e sensazioni che non sono frequenti altrove... non capita spesso di camminare e trovare in pochi metri visioni di versanti diversi ...all'Elba accade, una bellezza vedere i golfi dei "due mari" della zona laconese guardando a sinistra e il monte Capanne osservando a destra..

due mari

INSENATURA DI LACONA- PUNTA STELLA E GOLFO  CAPOLIVERI

 

Quindi dietrofront per tornare nello stesso tempo da Luciano. A qualcuno è addirittura preso il raptus ed ha cominciato a correre, cosa forse non molto opportuna per un 62enne con quelle temperature estive di luglio, ma per fortuna non ci sono stati problemi

Ci siamo ritrovati al fine al bivio dove Luciano attendeva in compagnia di un altro viandante, un lucchese che viene da 40 anni all'isola e usa andare a fare il bagno facendo quel percorso per raggiungere con un paio di ore di camminata la Guardiola. Una bella sudata che poi si conclude con un bel tuffo in mare. Non male come idea per mantenersi in forma.

Siamo allora scesi con sentiero 44 che ormai sembra un gran canion tanti sono i solchi nel sentiero e per scendere si deve di certo fare molta attenzione...una caduta è molto facile.

dissesto2 44

Anche tale situazione è senza dubbio iniziata con i solchi fatti dalle moto e poi l'acqua piovana , negli anni, ha scavato profondi canali. Arrivati a valle si è incontrata la stazione Enel dotata di pannelli solari,

 

dopo esser passati dal depuratore, che era davvero maleodorante- Prima della centrale avevamo trovato un bel cane lupo che pareva abbandonato, rinchiuso in un rustica gabbia...sembrava malandato. lo abbiamo sollecitato e ci ha ringhiato ....forse non era così malridotto...quindi  abbiamo incontrato un reperto datato...una garitta militare , chissà forse risalente al periodo della seconda guerra mondiale?...ma sembra di stile ancora più antico...nessuno sa in proposito?

garitta

 

 

        

 

ecco che siamo rientrati alla base, al luogo di partenza, con Luciano provato ma soddisfatto...

"Non sento più le gambe, non vi ho detto niente prima, ce l'ho fatta..." ha detto sorridente una volta arrivati al parcheggio di Procchio.

CIRCOLO CULTURALE SANDRO PERTINI dell’isola d’Elba Presidente onoraria Diomira Pertini

Questo sito utilizza cookie utili a migliorare la consultazione delle nostre offerte.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento, acconsenti all’uso dei cookie.