COMUNICATI STAMPA



"Il Circolo Pertini  intervene sulla vicenda sampierese, che ha visto "i soliti ignoti"  imbrattare il paese di scritte o simboli nazisti e simili. Cercando di dare un messaggio costruttivo, il Circolo auspica una riflessione attenta sul brutto episodio. Nazismo, fascismo e tutte le altre dittature, sono notoriamente una vergogna dell'umanità. Abolizione delle libertà,  dei partiti, violenze ed omicidi attuate dalle SS, cancellazione delle organizzazioni sindacali, esaltazione della razza ariana per il folle dominio del mondo e quindi l'orrore del genocidio di milioni di ebrei. Sono questi alcuni assurdi primati del Nazismo.

Aspetti forse ignorati dagli anonimi autori delle svastiche, dei fasci littori, disseminati sui muri di San Piero, che purtroppo appaiono, ogni tanto, anche in altri luoghi.  Guai dimenticare ciò che significano quei simboli con cui si è imbrattato incivilmente il paese. Persone consapevoli, oltre a non deturpare l'ambiente, non potrebbero mai usare tali scellerati simboli per esprimere dissenso o altro. Scritte, sembra, rivolte anche al sindaco Galli e ad altri, cui esprimiamo la nostra solidarietà e così a tutto il paese.

La libertà di espressione, conquistata con le lotte di Liberazione e dalla Resistenza, permette forme di comunicazione molteplici ed è quindi ancora più assurdo che qualcuno adotti ancora tali metodi.  Il fattaccio di San Piero, che ha provocato sdegno ovunque, può esprimere un malessere esistenziale, purtroppo diffuso in molti giovani, che evidentemente devono essere recuperati affinché possano integrarsi adeguatamente nel tessuto cittadino.  Senza dubbio la società elbana è chiamata a progettare ulteriori interventi utili alla formazione e a garantire in generale la migliore convivenza civile e il progresso.

Va potenziata e coordinata l'importante missione svolta da Istituzioni civili, militari e religiose, famiglie, scuola, dalla Fondazione Exodus, dal volontariato e altri soggetti. Il Circolo Pertini, nel tentativo di dare un proprio contributo, ha progettato un incontro pubblico, nel prossimo autunno, riguardante il disagio giovanile ed ha avviato, con i Comuni e gli Enti locali, il "Progetto Memoria" per recuperare la storia antifascista elbana, d'intesa con l'istituto storico per la Resistenza della Toscana, un impegno che, se sorretto da tutti, potrà senza dubbio essere utile e formativo".

CIRCOLO CULTURALE SANDRO PERTINI DELL'ELBA

CIRCOLO CULTURALE SANDRO PERTINI dell’isola d’Elba Presidente onoraria Diomira Pertini

Questo sito utilizza cookie utili a migliorare la consultazione delle nostre offerte.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento, acconsenti all’uso dei cookie.