ATTIVITÀ


 

01Il circolo Pertini è impegnato in un progetto complesso, dopo aver coinvolto Comune di Portoferraio, Comunità Montana e l'archivio di Stato di Livorno.
In una riunione del direttivo l'avvocato Romano, nostro iscritto, ha proposto di tentare di risolvere una situazione, esistente da anni, per la quale faldoni, plichi e in generale tutti i documenti storici del tribunale di elbano, giacciono in un deposito presso un’ex scuola superiore. L'avvocato ha fatto presente che con il recupero e la catalogazione di tutti quegli atti, si potrebbe dare un servizio di qualità all'Elba e alla regione Toscana ed arrivare alla fruizione pubblica di detti documenti.

Ecco che si sono avuti numerosi incontri con i rappresentanti degli enti locali, quindi corrispondenze varie, e siamo giunti alla condivisione del progetto, in fase di costruzione, insieme al Comune di Portoferraio, la Comunità Montana e l'Archivio di Stato nella persona del dottor Attanasio, il dirigente. Si sono uniti all'impegno dell'avvocato Giuseppe Romano, Romano Figaia, avvocato capoliverese ora impegnato a Milano e il giudice Marcello Marinari, di origini elbane, anche lui esperto di storia.

Esponiamo qui sotto la lettera inviata agli enti per dar vita a questo piano di recupero degli atti giudizi elbani, reperti che abbracciano oltre un secolo di storia.
Nel visitare il deposito attuale, il sottoscritto ha avuto l'onore e il piacere di trovare gli atti del processo penale che Sandro Pertini subì, nella città medicea e napoleonica, nel 1933, quando era detenuto politico a Pianosa. Un prezioso documento che stavo ricercando fin dal 2001. Detto materiale sarà raccolto in una pubblicazione, digitalizzato cura dell'archivio di Stato e quindi un convegno sarà attuato per consentire la presentazione del volume e la discussione relativa di un pezzo di storia d'Italia.
La pubblicazione sarà curata per l'aspetto giuridico dai tre uomini di legge suddetti, mentre il sottoscritto dirà delle vicende di Pertini e della Portoferraio di quel tempo. Un volume che dovrebbe avere il sostegno della fondazione Pertini.

Qui sotto, dal POPOLANO del novembre 1933, un trafiletto che dice del processo farsa a Pertini. La verità era opposta a quella citata, Pertini e gli altri detenuti subirono ingiurie e maltrattamenti .
Più sotto i giuristi del nostro Circolo impegnati nel recupero degli atti giudiziari, da sinistra a destra, Romano, Marinari e Figaia.
02

CIRCOLO CULTURALE SANDRO PERTINI dell’isola d’Elba

Presidente onoraria Diomira Pertini

 

Sede provvisoria c/o scuola media statale G. Pascoli 25, 57037 Portoferraio

C.F. 91010830494 www.isoladelba.in/circolopertini/ Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

Al dirigente dell’Archivio di Stato

Ai sindaci dei Comuni elbani

Al presidente della Comunità Montana

Al presidente della Provincia di Livorno

Al presidente della Regione Toscana

Ai rettori delle università Toscane

E p.c. agli avv. Romano, Figaia, Marinari

Loro sedi

Oggetto: progetto di riordino degli atti giudiziari dell’Elba, al fine del loro studio ed uso pubblico.

 

Questa associazione culturale nella riunione del direttivo del 18.4.2007, tenutasi presso la scuola media Pascoli di Portoferraio, aveva deliberato, su proposta del consigliere avvocato Giuseppe Romano, l’esigenza di inserire tra le attività annuali del Circolo Pertini, la creazione di un progetto teso al recupero delle carte giudiziarie isolane, che attualmente sono accatastate nei locali dell'ex Itcg Cerboni di Salita Napoleone.

Un piano di valore culturale e sociale che dovrà vedere coinvolti tutti gli Enti locali, al fine di non disperdere documenti di indubbio significato storico, da catalogare, studiare e rendere poi all’uso pubblico. Successivamente a tale impegno sono ipotizzabili convegni su tematiche emergenti la documentazione di cui si parla, come il processo che Sandro Pertini subì a Portoferraio nel 1933 quale antifascista, i processi che videro impegnato l’avvocato Pietro Gori, tanto per fare due esempi, ma di certo le carte conservate ora a cura del Comune locale contengono spunti per studi e riflessioni storiche di ampio respiro.

In data 21.4.2007 l’idea è sta segnalata al sindaco di Portoferraio e successivamente si è detto pubblicamente, nella sala consiliare comunale, di questo possibile progetto, durante la giornata dedicata alla festa di liberazione.

Adesso dopo un incontro con il presidente della Comunità Montana Danilo Alessi, il consigliere della Corte d’appello di Milano Marcello Marinari, l’avvocato Romano Figaia e Giuseppe Romano, è stata analizzata ulteriormente la proposta e si è convenuto di coinvolgere appunto gli Enti istituzionali territoriali per la definizione capillare del progetto. All’Archivio di Stato si richiede la massima collaborazione e se, innanzitutto, non esistano impedimenti all’attuazione di detto piano di recupero, che dovrà prevedere opportuni finanziamenti, il coinvolgimento delle università Toscane e l’apporto volontario del Circolo Pettini e in particolare dei tre giuristi prima detti.

In attesa vostra in merito segnaliamo l'esigenza di attuare prossimamente una riunione progettuale comune e ringraziamo per l’attenzione e salutiamo.

Il presidente del Circolo Pertini

Stefano Bramanti

Portoferraio 3.7.2007

CIRCOLO CULTURALE SANDRO PERTINI dell’isola d’Elba Presidente onoraria Diomira Pertini

Questo sito utilizza cookie utili a migliorare la consultazione delle nostre offerte.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento, acconsenti all’uso dei cookie.