MARCIANA. Madonna del Monte scelta da migliaia di persone nella quinta edizione del censimento “I luoghi del cuore”, gestito dalla Fai (fondo ambiente italiano). Quasi 500 mila italiani si sono espressi per segnalare un luogo da conoscere, amare e tutelare; in totale 14 mila beni descritti dai partecipanti, tra cui chiese, edifici, castelli e altri monumenti. E nella hit parade Toscana ha svettato la Chiesa di Santa Caterina a Lucca (19.238 voti), quindi la stazione radiotelegrafica di Guglielmo Marconi a Coltano (12.291) e al terzo posto la fortezza medicea di San Sepolcro (5.591). Ed ecco, alla quarta posizione, con 5.064 segnalazioni il santuario marcianese, che ha quindi avuto la preferenza di elbani ma anche degli ospiti che amano il luogo religioso. Nessun voto invece il pericolante Castello del Volterraio o la fortezza medicea o altri beni architettonici elbani, certamente anch'essi da salvare.

 

VEDETE ANCHE QUESTA VOCE..CLICCATE....LA MADONNA DEL MONTE HA BISOGNO DI AIUTO

APPELLO PER I CONTRIBUTI PRO MADONNA DEL MONTE, ERRATO CODICE IBAN

 

 
                                               LA CLASSIFICA DAL SITO DELLA FAI

1 19.238 segnalazioni ricevute

Luogo: CHIESA DI SANTA CATERINA

Ubicazione: Toscana, Lucca (LU)

Tipologia: Chiesa

2 12.291 segnalazioni ricevute

Luogo: STAZIONE RADIOTELEGRAFICA GUGLIELMO MARCONI A COLTANO

Ubicazione: Toscana, Pisa (PI)

Tipologia: Edificio civile

3 5.591 segnalazioni ricevute

Ubicazione: Toscana, Sansepolcro (AR)

Tipologia: Castello

uno degli affreschi nelle 14 cappelle della via crucis che arriva al santuario

vedi nel nostro sito  I DIPINTI DELLE 14 CAPPELLE DELLA VIA CRUCIS A MARCIANA Modifica

4 5.064 segnalazioni ricevute

Luogo: SANTUARIO DELLA MADONNA DEL MONTE

Ubicazione: Toscana, Marciana (LI)

Tipologia: Santuario

 

LA LEGGENDA DELLA MADONNA DEL MONTE

 2-marciana_santuario_del_mo

MARCIANA. 

E mentre si fa notare il fatto che il santuario della Madonna del Monte è amato da tanta gente, forse non tutti conoscono la memoria popolare, tratta dal libro, " Mostri di Pietra e leggende dell'isola d'Elba"  di  Nello Anselmi, che narra un'origine miracolosa del santuario. “E apparsa per la prima volta sul mio libro, - commenta lo scrittore elbano- non ci sono altre pubblicazioni che parlano di questa leggenda e io l'ho scritta in base a ricordi della mia infanzia”. Ecco che le nonne di un tempo raccontavano questa storia ai ragazzi degli anni '50. Qui di seguito il testo della leggenda scritto dall'Anselmi, però riassunto.

 

 

"Da sempre, a Marciana, si racconta che la Madonna arrivò approdando alla scogliera ( Punta della Madonna) e che poi salì verso il Capanne. Nel suo percorso si riposò su di una pietra, in prossimità della attuale sesta cappella della via Crucis, è lì esiste una pietra a forma di sedile. In seguito una pastorella rinvenne un’immagine della Madonna, incisa sul granito di una grotta e da quella posizione si poteva osservare dall'alto la scogliera dell'approdo.

I Marcianesi decisero così di costruire una chiesa dove venerare la Madonna, proprio presso quella pietra del riposo e quel luogo fu chiamato Le Piane della Madonna. Tutti i materiali per la costruzione erano pronti ma scomparvero e furono miracolosamente ritrovati più in alto, sotto la grotta dell'immagine sacra. Per ben tre volte si spostarono i materiali ma questi sparivano e venivano sempre ritrovati alla grotta. I paesani si rassegnarono a costruire la chiesetta più in alto, dove ora si trova il Santuario della Madonna del Monte, edificio che poi fu più volte ampliato.

Da allora il Santuario è sempre stato un punto di riferimento per tutti gli elbani devoti, che si recano lassù per pregare e chiedere favori alla Madonna. A testimonianza di ciò numerosi ex voto tappezzano le pareti del romitorio".

SU ELBACOMUNICO UN'ALTRO ARTICOLO-LEGGENDA SUL ROMITORIO DELLA MADONNA DEL MONTE, VEDI IL SITO

http://www.elbacomunico.com/cmsx.asp?IDPg=552

con PROTAGOINSTA GRETA GARBO CHE NEL 1953 RAGGIUNSE LA MADONNA DEL MONTE

 

 

 

 

CIRCOLO CULTURALE SANDRO PERTINI dell’isola d’Elba Presidente onoraria Diomira Pertini

Questo sito utilizza cookie utili a migliorare la consultazione delle nostre offerte.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento, acconsenti all’uso dei cookie.